Friday, April 27, 2012

Viaggio fuori porta: Nogales (AZ)

Era da un po' di tempo che non scrivevo nulla in merito al Paese che mi ospita, pertanto colgo l'occasione per riprendere l'argomento. Questa volta non voglio scrivere sulla città d'Hermosillo visto che menzionerò brevemente l'estremo nord dello stato della Sonora (mi stò abituando pian piano a scriverlo al femminile, ho scoperto da poco che in italiano Sonora viene considerato tale, io ho sempre utilizzato aggettivi maschili ecc. perché facevo riferimento allo stato, vabbè... parentesi chiusa).

Per gli amici lettori che non lo sanno, nella cultura messicana, almeno in questo stato, tutte le persone che hanno la possibilità di andare negli Stati Uniti a far compere ne approfittano, per il semplice fatto che è MOLTO più economico.
C'è una strategia di mercato che sinceramente non condivido... la Sonora è uno degli Stati messicani più cari, sarà per la vicinanza con l'Arizona, sinceramente non lo so, fattostà che tutti quelli che conosco (che abbiano la VISA americana) vanno a far compere aldilà della frontiera.
Secondo me sarebbe più opportuno che i commercianti abbassassero i prezzi in modo tale che i soldi rimangano in Messico, però è una questione che va aldilà delle mie competenze e non voglio soffermarmi oltre su questo argomento.

In altri post ho menzionato più volte che la Sonora e l'Arizona sono stati dove prevale il deserto, nei film sicuramente in molti avranno sentito parlare del Deserto Sonorense.

Questo post non vuole essere tanto descrittivo, al contrario, si pretende far conoscere attraverso un punto di vista strettamente personale, un altro paese con delle foto.

Qui si può vedere l'alba, era piuttosto prestino ed eravamo a metà strada, praticamente in pieno deserto.



Qui invece la strada che attraversa il deserto della Sonora. Come potete vedere ci sono due corsie che vanno verso nord e dopo uno spartitraffico naturale largo una decina di metri altre due corsie che vanno da nord a sud.


Qui di seguito potete apprezzare un video molto breve che ho girato in macchina a Nogales, sottofondo musicale Yattaman, le sigle dei cartoni animati italiani sono sempre le migliori (soprattutto quelle con cui sono cresciuto negli anni 80).






Visto che non è un reportage esclusivamente sul viaggio inserirò anche altre foto...
E' arrivata l'ora di mettere qualcosa sotto i denti! Ogni volta che andiamo negli Stati Uniti abbiamo l'abitudine di andare a pranzare in un Fast Food, a Dicembre siamo stati in un grande centro commerciale con una piazza gastronomica (non so nemmeno come si dica in italiano visto che non esistono... sono esclusive delle americhe...) ed abbiamo mangiato cinese, questa volta invece, dopo un sacco di tempo, abbiamo optato per il pollo fritto (croccante) del KFC e le sue patate condite:


Mannaggia a me... mi vien l'acquolina solo a vedere la foto... io e Leo ne siamo ghiotti!!! Siamo complici e condividiamo sempre tutto.



Molto bene, torniamo a noi e alle foto. Non ho fatto foto alla città di Nogales perché ero occupato a guidare, e alla fin fiine è pieno di negozi, magari la prossima volta farò qualche panoramica nei parcheggi, è una concezione che noi italiani non abbiamo, anche perché in Italia è impossibile trovare uno spazio dove fare questi super mega iper centri commerciali, davvero sono quasi dei paesotti... uno ci può rimanere dentro due o tre giorni e non finire di vedere tutti i negozi...

E' arrivato il momento di tornare a casa, qui la mia dolce metà ha fatto qualche foto dove si può vedere il deserto della Sonora.

Qui di seguito abbiamo pensato alla mia cara nonnina, visto che le piace molto tutta la manifattura in rame (nonna, questo è per te!)





Qui un venditore di aglio, chile ed altri prodotti tipici della regione


Un'altra panoramica, questa volta un po' più verde...



E finalmente i tanto amati cactus... che mi sembravano grandiosi la prima volta che sono venuto qui, visto che in Italia, almeno per quanto ne sappia, è impossibile vederne di così alti, ed ora non li guardo manco di striscio... (Quando ci si abitua ad un paesaggio non lo si nota più).




Qui sono io alla guida


E qui i piccioncini (si vede pure Leo dietro)



Per finire un paio di foto all'entrata di un paesino come tanti nel tragitto fino ad arrivare ad Hermosillo




Voi tutti che mi leggete, mi farebbe davvero ricevere qualche commento, se vi è piaciuto il post votatelo.

Saluti



6 comments:

Anne said...

questo viaggio mi sembra super !! :D

Anonymous said...

A me hai fatto venir voglia di venirti a trovare...non è che ti avanzano un paio di letti per il tuo fratellone Silver?

Luca Geremia said...

Sicuro AletteArgentate... ho un divano letto, quando vuoi sei il benvenuto ;)

Anonymous said...

mi garba!!!!!

GAZZA said...

Quando venni "da quelle parti" non mi spinsi oltre Flagstaff che è qualche miglio più a nord... mi ricordo i cactus alti dai 6 ai 10 metri, sensazionali.... e comunque basta vdere la foto della strada per riportarmi a quei tempi, che viaggio !!!

Bella Ryuu !

Gita fuori porta coi controc***i vedo, tu in Arizona, io a Marina di Ravenna!!!

hahahah

Akire said...

Che bello! peccato che non possa andare là troppo lontano dal mio stato, pero davvero che Sonora è uno stato bello e caldo...

Ho dubbi sul significato di queste parole:
Mannaggia
Ghiotti
Striscio

Complimenti Luca abiti in un posto bellissimo. Puebla è uno stato troppo diverso, quando verrai ti sarai reso conto, conto i giorni... Ciao!