Sunday, July 31, 2011

L'acqua in Messico

Rieccomi qui, per parlare di un altro argomento d'attualità che è considerato uno dei problemi maggiori per i messicani.
In quasi tutta la Repubblica messicana, però in alcuni altri stati di più, la mancanza d'acqua è un grave problema. Nello stato del Sonora, dove vivo, da ormai più di un anno, l'amministrazione comunale ha deciso di proporzionare l'acqua solo in determinate ore, ci sono diverse fasce d'orario, in alcune zone l'acqua è presente la mattina, in altre al pomeriggio o alla sera.
In questo modo c'è la possibilità di risparmiare acqua ma crea anche molti disagi, ci sono molte persone che hanno acqua corrente nell'orario in cui lavorano oppure studiano e sono state costrette, come me, a comprare una cisterna per poter immagazzinarla, questa cisterna qui si chiama "tinaco" e viene posta generalmente sul tetto, in maniera tale che con la forza di gravità scende sola soletta, ovviamente non con la stessa pressione.
Ci sono persone che interrano la cisterna in giardino con un motore, in questo modo guadagnano un po' di spazio ed hanno la stessa pressione per tutto l'arco della giornata.
C'è talmente poca acqua che è assolutamente vietato bagnare i fiori o il giardino dalle 7 di mattina fino alle 7 di sera, se dovesse passare la polizia ti fanno una multa piuttosto salata, sui 5000 pesos, che sono più o meno 300 euro. Tenendo conto che molte persone hanno uno stipendio pari 5 o 6mila pesos al mese, è una bella batosta.
A distanza di un anno la gente si è abituata a questo cambio, che all'inizio doveva essere momentaneo ed è diventato permanente, però quando si tocca l'argomento si sentono ancora molte lamentele.
Il Sonora è uno stato prevalentemente desertico, in alcune zone della città l'acqua non arriva tutti i giorni, in altre zone della Repubblica, a quanto leggo in giro, soprattutto a Città del Messico, la capitale, ci sono quartieri che letteralmente non hanno acqua corrente nelle loro abitazioni, le persone devono farsi diversi isolati a piedi con dei secchi o bottiglioni per farsi la scorta quotidiana.

Io sono cresciuto in Friuli, in una zona ricca d'acqua e vegetazione e questo problema non mi ha mai toccato da vicino, e non soffrendo di questa problematica non ho nemmeno mai fatto ricerche al riguardo, conscio del fatto che nel Mezzogiorno questo problema è sempre esistito, ma pensavo sempre, da ignorante, che esageravano, che non era possibile, ecc. La disinformazione è sempre una brutta bestia, per questo motivo, già da una decina d'anni, mi sono detto a me stesso che è un bene sapere un po' di tutto, informarsi su quanto più possibile, per poter affrontare un dialogo con persone che non conoscono l'argomento o al contrario, contattare persone che ne sanno più di te.

Bene, questo è quanto per quest'argomento, ci sarebbe da entrare nel dettaglio, ma la politica è corrotta ovunque pertanto mi fermo qui.

Salutoni


4 comments:

Arlette said...

l'unica cosa che potrei dire su ciò che hai scritto è che è vero che c'è gente che usa il tinaco... ma qui si chiama tinaco o cisterna, e c'è anche quello chiamato aljibe... forse dove sei sono la stessa cosa, ma qui dove sono io, le case hanno uno sul tetto e altro sotto terra... nella mia casa, quella dove abito da 28 anni, ne abbiamo 2 sottoterra...

birikino said...

a dire il vero è la prima volta che sento questa parola, anche mia suocera ne ha uno sotto terra, ma dove vivo ora abbiamo solo quello sul tetto, magari un domani faremo pure quello più grande con un motorino elettrico per la pressione. Grazie per il commento.

- L U - said...

se ci sono altre cose che vuoi aggiungere, ben venga, mi farebbe piacere condividere altre realtà al di fuori del Sonora.

FBF said...

L'acqua a Guadalajara dipende dell'acqua del Lago Chapala, che si trova tra i stati di Jalisco e Michoacan. C'e problemi quando il lago ha basso livello, ogni sempre in inverno.