Saturday, August 06, 2011

Supermercati in Messico

Come negli altri miei scritti non utilizzerò un lessico formale nelle mie pubblicazioni, questi miei articoli vogliono essere informali a scopo di conoscenza di un'altra realtà, a volte simile, a volte molto diversa da quella italiana.
Ieri stavo leggendo sul blog di Maria un articolo di un suo amico sugli ipermercati e della prossima scomparsa dei negozietti al dettaglio, e mi è venuto in mente di parlare di quest'argomento anche sul mio blog.

Come si evince dall'articolo citato, in Italia, e forse nella grande maggioranza dei grandi centri urbani europei, pian piano stanno scomparendo i piccoli negozietti al dettaglio per la comparsa, sempre più prepotente, dei grandi centri commerciali o ipermercati.

Qui in Messico, o per lo meno qui ad Hermosillo, dove la città ospita quasi un milione di residenti, ci sono moltissimi centri commerciali ed ipermercati ma ci son ancor più negozietti al dettaglio.

C'è da dire che è marcata la classe sociale ed economica, molta gente vive quasi alla giornata, pertanto non si può permettere di fare la spesa settimanale una sola volta e decide di andare quotidianamente nel piccolo negozio per comprare quello di cui ha bisogno per quella giornata.

In questi piccoli negozi si può trovare praticamente di tutto, in molti offrono anche il servizio di cartoleria, con ciò voglio dire che hanno una fotocopiatrice, vendono tabacchi, alimenti, regali, giochi, dolci, e chi più ne ha più ne metta.

Questi piccoli negozi hanno anche un'altra funzione, secondo me, abbastanza importante, ossia quella di avvicinare socialmente le persone dello stesso quartiere, ci si incrocia, ci si saluta, si scambiano quattro chiacchiere e si conoscono i propri vicini. Molto spesso si va al negozietto dell'isolato solamente per vedere se c'è qualcuno con cui chiacchierare e con la scusa si compra una bibita od un dolcetto. Ebbene sì, i messicani sono tanto golosi, qui si mangiano caramelle o dolciumi vari tutti i santi giorni, cosa a cui non riesco ad abituarmi, sì lo comprendo però non lo condivido, forse anche per come mi hanno cresciuto i miei.

Ho parlato di come funziona in una città, però nel paesino, ossia parecchio lontano dalla città, non esistono supermercati grandi, praticamente la popolazione vive grazie al commercio al dettaglio, nell'eventualità che abbia come spostarsi deve fare svariate decine di chilometri (anche un centinaio od oltre) per arrivare in città ed andare nei centri commerciali, dove c'è molta più scelta in tutti i settori.

Vorrei sottolineare che lo Stato in cui vivo è leggermente più piccolo dell'area del territorio italiano, solo che in Italia ci vivono 60 milioni di persone, mentre qui in Sonora non so se arriviamo a 4 o 5 milioni. Le distanze sono molto più lunghe, per arrivare agli Stati Uniti bisogna farsi centinaia di chilometri di deserto, ogni tanto c'è un paesino ma nulla di più.

Ricapitolando, i supermercati in Messico, in città funzionano come in Italia, anche se sopravvivono i negozietti al dettaglio, nonostante ci siano molti più centri commerciali ed ipermercati che in Italia (in proporzione alla popolazione che ci abita) e nei paesini sono la base della sopravvivenza dell'intera comunità (ovviamente in un paesino di duemila anime, si possono trovare una dozzina o più di questi piccoli negozi dove si trova un po' di tutto)

Spero che vi sia interessata la notizia e che abbiate appreso qualcosa che non sapevate.
Salutoni ed alla prossima


2 comments:

Victor Reina said...

"mentre qui in Sonora non so se arriviamo a 4 o 5 milioni."

nope, no llegamos ni a los 3 millones, 2.7 maximo.

Luca Geremia said...

Que bueno saberlo, investigaré mejor en el INEGI =)